CuriositàLa baby sitter dona parte del suo fegato e salva la vita di una bambina di un anno

19/03/2019 - 17h

Le tate sono più che semplici persone che si prendono cura di noi quando i nostri genitori non sono a casa, diventano una parte importante della nostra vita perché costruiamo un legame molto forte di amicizia e unione con loro, e anche quando siamo adulti, continuiamo a mantenere nella nostra memoria tutti i momenti che abbiamo vissuto con loro.

Una tata americana, tuttavia, ha raggiunto un nuovo livello con la bambina premurosa nel New Jersey, negli Stati Uniti, e ha commosso tutti con la sua storia.

Kiersten Miles, 22 anni, è stato assunta per fare da babysitter a tre bambini, tra cui Talia Rosko, che aveva solo 1 anno e 4 mesi, a cui è stata diagnosticata una rara malattia epatica che sarebbe potuta essere fatale. Qualche tempo dopo, a giugno 2016, la situazione di Talia peggiorò e lei aveva bisogno di un nuovo fegato per sopravvivere alla malattia.

Nessuno nella famiglia era compatibile e il tempo per trovare un donatore diminuiva sempre di più, prima che fosse troppo tardi. Kiersten era molto affezionato a Talia e ai suoi fratelli e vedere la famiglia in quella situazione la rattristava molto. Decise di fare il test di compatibilità per aiutare a salvare la vita della bambina, e fu sorpresa quando vide che era compatibile!

Quando ha preso la decisione di eseguire l'intervento chirurgico, alcune persone che la conoscevano hanno affermato che si trattava di qualcosa di molto serio, che avrebbe dovuto discuterne con la sua famiglia, e in più è stata anche avvertita che questo intervento chirurgico viene fatto solo una volta nella vita e che se un se in un futuro, avrà un figlio che ha bisogno di una donazione, non poteva più aiutarlo. Tuttavia, nessuna di queste parole ha fatto cambiare idea alla ragazza. Era determinata a salvare la vita di Talia.

L'operazione di Talia è durata circa 14 ore e si è svolta presso l'Università della Pennsylvania. Tutto è andato bene, e oggi, a poco più di 2 anni dall'intervento, la bambina ormai cresciuta, rimane molto vicina alla sua beby sitter, che è diventata la sua grande amica ed eroina.

Dopo aver eseguito l'intervento, Kiersten afferma che non era affatto impossibile:

"È un sacrificio così piccolo quando pensi di salvare una vita. Tutto quello che dovevo fare era passare una settimana in ospedale e ottenere una cicatrice di 12 centimetri. "

Una grande attitudine, originata da un sentimento di amore e umanità. Kiersten ha dimostrato di essere, oltre ad una grande tata, un bellissimo essere umano con un'anima pura!

Tutta la gratitudine e la luce del mondo per lei e anche per Talia!

Tags
babysitterfegatodonatosalvarevite